English French German Italian Portuguese Russian Spanish
  datario
LUN 20
MAGGIO
 
jonio
Breaking
Jonio
25/04/2022 16:41:16 Rogliano: Serata di premiazioni per poeti e narratori     18/01/2022 17:40:14 VACCARIZZO A./SINDACO RINGRAZIA ASP E VOLONTARI SONO 31 I CASI DA ACCERTARE     29/12/2021 14:08:00 Vaccarizzo Albanese - Domenica 16 gennaio 2022 nuovo vax day     09/03/2021 16:12:28 Acri: Le occasioni formative dell’Istituto Falcone     13/02/2021 19:56:03 «Solo 89 comuni calabresi superano il 65% di raccolta differenziata»  
txtRICERCA
 
 
 
 
 
 

Reclame
 
 

Corigliano-Rossano: Scutellà (M5S) “È ora di correggere le storture della riforma Severino
Tribunale Sibaritide, Scutellà interroga il ministro Bonafede: «Le parole di Gratteri sono verità. Necessario riaprire»
 mercoledì 17 giugno 2020 16:02
Corigliano-Rossano: Scutellà (M5S) “È ora di correggere le storture della riforma Severino «Le deficienze di un’errata applicazione della Riforma della Geografia Giudiziaria del 2012 sono venute tutte a galla. E l’emblema di una lettura distorta delle necessità e delle impellenze del sistema giustizia si sono palesate tutte e per intero con la soppressione del Tribunale della Sibaritide. Lo hanno detto e ribadito tante volte durante questi anni esponenti politici, associazioni forensi e cittadini. A questo coro immenso oggi si aggiunge anche la voce autorevole del procuratore Antimafia Nicola Gratteri, probabilmente la più autorevole che il mondo giuridico italiano possa esprimere in questo momento storico. La chiusura del presidio di viale Santo Stefano è stata una stortura in tutti i sensi. È giunto il momento di porvi rimedio, ripristinando il diritto alla giustizia lì dove è stato malamente soppresso. Se non ora, quando?» È quanto dichiara Elisa Scutellà, portavoce del movimento 5 Stelle alla Camera dei Deputati nonché presidente dell’intergruppo parlamentare sulla Geografia giudiziaria e componente della Commissione parlamentare Giustizia, che a riguardo della soppressione del presidio di Corigliano-Rossano ha depositato una specifica interrogazione al Guardasigilli Alfonso Bonafede. La stessa che segue quella, già depositata nei giorni scorsi, sull’escalation criminale che sta interessando il territorio della Sibairitide. Tutto questo a dimostrazione che i temi Giustizia e Sicurezza continuano ad essere una priorità nell’agenda politica della deputata pentastellata. «Credo che i tempi per chiedere e ottenere la riapertura del Tribunale della Sibaritide ed il consequenziale potenziamento dei presidi di controllo – aggiunge Elisa Scutellà – siano andati oltre i tempi di maturazione. Questa è la tesi che sosteniamo da tempo e oggi trova l’avallo importante del procuratore di Catanzaro, Nicola Gratteri. Nel territorio della Calabria del Nord Est dal 2012 ad oggi i fatti criminali sono raddoppiati e negli ultimi due c’è stata una recrudescenza di omicidi e fatti delittuosi che non può più lasciare indifferenti. Bisogna agire, ora e subito, facendo leva anche sulla cervellotica applicazione della cosiddetta Legge Severino e sulla proposta alternativa avanzata proprio dal movimento 5 stelle nel 2013, che in riferimento alle disposizioni integrative e correttive alla Riforma Giudiziaria, a firma proprio dell’attuale Ministro Bonafede e dal Sottosegretario Ferraresi, specificavacome il tribunale di Rossano non doveva essere soppresso in ragione del tasso di impatto della criminalità organizzata con un inspiegabile accorpamento della sede a quella di Castrovillari. Questa è una battaglia di tutti per la quale mi sto spendendo senza lesinare forze ed energie sin dal primo giorno in cui ho messo piede nell’aula parlamentare. Ecco perché sono convinta che oggi, con un nuovo spirito dato dalle parole del procuratore Gratteri, è necessario battersi per correggere questa stortura. La Sibaritide non può più rimanere senza un suo presidio di Giustizia. Soprattutto ora che, dopo l’emergenza Covid-19, che ha congelato le attività giudiziarie per oltre due mesi, ci sarà una mole di lavoro impressionante da dover affrontare. Serve più personale nel sistema giustizia, ed in questo il governo ha adottato già dei provvedimenti, ma servono anche nuove sedi in cui sarà opportuno dislocare l’imponente attività dei tribunali. Sono certa che il Ministro Bonafede comprenderà queste istanze e facendo sintesi restituirà ai cittadini un diritto ingiustamente soppresso».
    COMUNICATO STAMPA
Visualizza in pdf
 

 
 
 
#scutellà e il tribunale
 
QR-Code
Copyright © 2014-2024 Corigliano Informa Tutti i diritti riservati. Direttore editoriale Giacinto De Pasquale
Accesso Riservato Powered by by Giovanni Gradilone