English French German Italian Portuguese Russian Spanish
  datario
VEN 21
GENNAIO
 
jonio
Breaking
Jonio
18/01/2022 17:40:14 VACCARIZZO A./SINDACO RINGRAZIA ASP E VOLONTARI SONO 31 I CASI DA ACCERTARE     29/12/2021 14:08:00 Vaccarizzo Albanese - Domenica 16 gennaio 2022 nuovo vax day     09/03/2021 16:12:28 Acri: Le occasioni formative dell’Istituto Falcone     13/02/2021 19:56:03 «Solo 89 comuni calabresi superano il 65% di raccolta differenziata»     13/02/2021 19:52:52 Cassano Jonio: Garofalo “Verità sui casi di tumori nel Comune“  
txtRICERCA
 
 
 
 
 
 

Reclame
 
 

Il senso della vergogna
 sabato 6 maggio 2017 13:00
Il senso della vergogna “Vergogna“ parola in disuso poiché ormai tutto è lecito e nel nostro quotidiano agire non siamo più influenzati dalla paura di destare la riprovazione dell’altro. Sicuramente il senso della vergogna l’hanno perso, o non l’hanno mai avuto, i nostri politici e i dipendenti comunali che giorno dopo giorno aggiungono un tassello, con il loro agire o il NON agire, al degrado che sta devastando la nostra città. Non parlo di grandi opere pubbliche, perché ormai la solfa che non ci sono risorse l’abbiamo capita!, ma parlo di quei lavori ordinari che renderebbero la vita di noi cittadini in questa città più dignitosa. Ad esempio sono passati quasi due anni dall’alluvione e il pontino, vicino Torre di Mezzo, ancora non trova soluzione. Se vi avesse spinto il senso della vergogna, forse una soluzione l’avreste trovata. Anche perché, a voler fare quattro conti “alla femminile“ avete speso più denaro a segnaletica stradale (che avete messo solo dopo che c’è scappato il Morto!) che non il denaro che sarebbe servito se aveste, da subito, ripristinato quei pochi metri di guard-rail necessari per garantire la sicurezza dei vostri cittadini. Vogliamo parlare del problema dell’acqua che manca per giorni interi nelle nostre case? Il senso della vergogna vi dovrebbe spingere non solo a “mettere le pezze a colori“ e quindi ripristinare i guasti che di volta in volta si presentano, ma piuttosto a cercare risorse e quindi lavorare su un progetto di erogazione dell’acqua che sostituisca l’ormai obsoleta e fatiscente rete idrica attuale. Discorso che possiamo ripetere per la rete fognaria e di acque bianche! Vogliamo parlare dei disservizi che avete creato negli ultimi giorni per la potatura degli alberi? Benché vi devo dare atto che è stato un intervento preventivo necessario per la sicurezza dei cittadini, come al solito avete sbagliato tempi e modi, il tutto, il senso della vergogna, avrebbe fatto sì che si fosse organizzato in modo più efficiente ma mi rendo conto che la parola “efficienza“ non è contemplata nel vostro vocabolario! Il senso della vergogna avrebbe fatto sì che, a circa un mese dal taglio dell’erba nella villetta di via Ariosto, i cumuli di rifiuti che ne sono derivati ancora aspettano qualche anima pia che li vengono a ritirare, dando uno spettacolo indecoroso ai bambini che, vi ricordo, saranno il futuro di questa città. In effetti, a ben pensarci, le nuove generazioni vanno formate a non avere il SENSO DELLA VERGOGNA! Bravi tutti, compresa me che non mi indigno e lascio che tutto scorra...
    Marialuisa Montalto
Visualizza in pdf
 

 
 
 
#corigliano #montalto #senso #vergogna
 
QR-Code
Copyright © 2014-2022 Corigliano Informa Tutti i diritti riservati. Direttore editoriale Giacinto De Pasquale
Accesso Riservato Powered by by Giovanni Gradilone