English French German Italian Portuguese Russian Spanish
  datario
MER 19
GENNAIO
 
jonio
Breaking
Jonio
18/01/2022 17:40:14 VACCARIZZO A./SINDACO RINGRAZIA ASP E VOLONTARI SONO 31 I CASI DA ACCERTARE     29/12/2021 14:08:00 Vaccarizzo Albanese - Domenica 16 gennaio 2022 nuovo vax day     09/03/2021 16:12:28 Acri: Le occasioni formative dell’Istituto Falcone     13/02/2021 19:56:03 «Solo 89 comuni calabresi superano il 65% di raccolta differenziata»     13/02/2021 19:52:52 Cassano Jonio: Garofalo “Verità sui casi di tumori nel Comune“  
txtRICERCA
 
 
 
 
 
 

Reclame
 
 

POESIA “BANCHE“ DI LUIGI VISCIGLIA
 venerdì 1 aprile 2016 12:20
POESIA “BANCHE“ DI LUIGI VISCIGLIA
Una coppia di sposini,
un direttore rassicurante,
un contratto di mutuo,
firmano speranzosi,
firmano timorosi,
il mutuo è erogato.
Hanno contratto il debito
dei loro sogni.
La casa!
Rifugio dell’anima,
calore per la famiglia,
certezza del vivere quotidiano.
Risparmiare!
I Bilderberg elargiscono
sottraggono cartamoneta.
Il vento della disoccupazione
travolge la famiglia.
Le stelle non luccicano più
nel loro splendore.
Un fulmine squarcia il cielo,
il tuono è assordante,
un vetro rotto,
i sogni s’infrangono,
sparite le chiavi di casa,
poveri sogni miei…
Ramingo va lo zingaro
senza tetto.
La banca!
Nuova agenzia immobiliare,
esecutore d’anatocismo,
espoliazione patrimoniale.
Diversa è la mia banca.
Hanno ucciso la dignità.
comprato i nostri corpi,
schiavi vaganti senz’anima.
Le ossa!
Mi hanno spogliato le ossa
dalle mie misere membra.
Il tetto, le speranze,
il calore della famiglia,
tutto è volatilizzato.
Dove dormiranno
i miei bambini,
dove riposeranno
i figli di Dio.
Devastazione sociale.
Le palafitte!
non pagavano l’Imu.
Ai Rom non pignoreranno
le stelle.

Luigi Visciglia
    COMUNICATO STAMPA
Visualizza in pdf
 

 
 
 
#corigliano #visciglia #poesia #barche
 
QR-Code
Copyright © 2014-2022 Corigliano Informa Tutti i diritti riservati. Direttore editoriale Giacinto De Pasquale
Accesso Riservato Powered by by Giovanni Gradilone