English French German Italian Portuguese Russian Spanish
  datario
SAB 20
LUGLIO
 
jonio
Breaking
Jonio
25/04/2022 16:41:16 Rogliano: Serata di premiazioni per poeti e narratori     18/01/2022 17:40:14 VACCARIZZO A./SINDACO RINGRAZIA ASP E VOLONTARI SONO 31 I CASI DA ACCERTARE     29/12/2021 14:08:00 Vaccarizzo Albanese - Domenica 16 gennaio 2022 nuovo vax day     09/03/2021 16:12:28 Acri: Le occasioni formative dell’Istituto Falcone     13/02/2021 19:56:03 «Solo 89 comuni calabresi superano il 65% di raccolta differenziata»  
txtRICERCA
 
 
 
 
 
 

Reclame
 
 

Corigliano-Rossano: Nasce “La città nuova“
Un progetto di democrazia diretta e processi partecipativi per il Buon Governo
 giovedì 23 luglio 2020 14:14
Corigliano-Rossano: Nasce “La città nuova“ Nasce la “Città nuova” un progetto di democrazia diretta e processi partecipativi per il Buon Governo. Una Fusione di idee, progetti, visioni, tra chi vive nella nostra terra ed i Coriglianesi Rossanesi della “diaspora”, dall’America alla Cina. “Non dubitare mai che un piccolo gruppo di cittadini responsabili possa cambiare il mondo. È invece l’unico modo in cui ciò è sempre accaduto” diceva Margaret Mead. Non è un partito, non e’ un movimento che diventera’ lista elettorale, bensì una piattaforma aperta, in maniera “orizzontale” a tutti i cittadini che vorranno fornire il loro contributo per definire un nuovo modus operandi di interazione tra cittadini, politica e pubblica amministrazione, attraverso i 4 caposaldi del buon governo: DIAGNOSI, PIANIFICAZIONE, ESECUZIONE, VALUTAZIONE. Il concetto di “democrazia diretta” trova origine, in senso moderno, da almeno un ventennio e nasce dall’esigenza di concepire la democrazia come un processo mutevole che segue l’evoluzione della societa’. In realta’ la “partecipazione democratica”, come e’ noto, risale alla polis greca, quando inizio’ a svilupparsi un “pensiero politico”, ovvero un’azione rivolta alla collettivita’ e non gia’ al singolo individuo o classe sociale. Altro aspetto da tenere in considerazione è la complessità alla quale deve far fronte oggi la politica con la propria azione amministrativa e dirigenziale che, molto spesso, non e’ capace di generare azioni efficaci e rilevanti per i cittadini. L’incapacita’ di centrare gli obiettivi e produrre benessere per i cittadini sta determinando uno scollamento sempre piu’ ampio con le istituzioni che oggi si sta trasformando in allarmante preoccupazione ai limiti dell’emergenza democratica. Tutte le grandi civiltà e le città simbolo del passato sono sorte sulle rive dei fiumi. Tra il Tigri e l’Eufrate quella Mesopotamica, sulle rive del Nilo quella Egizia, Roma sul Tevere, Londra sul Tamigi. L’acqua e’ Fonte di Vita e da sempre Fonte di Progresso e Civilta’. Ora, con le dovute proporzioni, crediamo fermamente che una citta’ che si trovi allocata tra le sponde di due tra i maggiori fiumi della Calabria, non possa non avere le potenzialita’ di primeggiare in una Regione come la nostra, dove i “competitors“ non sono molti e non sono granche’ attrezzati. Cosa erano Corigliano e Rossano prima della fusione ? Erano due citta’ con una loro storia anche nobile ed antica e fungevano da poli attrattori, la prima verso la Piana di Sibari ed i Paesi Arbëreshë, la seconda verso i Paesi interni della montagna silana e della costa jonica. Diamo vita dunque ad una “Citta’ Nuova“ che utilizzi tutte le sue potenzialita’, dai beni comuni, civici, demaniali, alle risorse idriche ed montane che la natura ci ha donato. In aggiunta alle risorse “artificiali“ gia’ presenti sul territorio come il Porto ed il Polo Energetico ed Industriale (forse il piu’ esteso della Calabria). Per non parlare dell’agricoltura che di certo sta vivendo una stagione triste, ma per il semplice fatto che non vi e’ la necessaria cooperazione e visione d’insieme. Un comparto che viene vissuto piu’ come una competizione al ribasso che non come un blocco unitario che si ponga unito e forte sul mercato internazionale. Ed invece, al momento, a parti rari casi, e’ solo capace di svendere i nostri prodotti alle grandi catene di distribuzione. Per non parlare del Turismo. Perche’ invece di essere a rimorchio della costa tirrenica, favolosa ed incantevole anche quella, non ci agganciamo al treno della Magna Grecia e di Matera? A conti fatti si impiega meno tempo per raggiungere Matera che non Reggio Calabria. Immaginate un “pacchetto turistico“ che in una settimana porti un turista da Matera a Corigliano Rossano (patrimoni Unesco), tra il filo rosso dei Castelli Federiciani di Roseto Capo Spulico e Castel del Monte, per passare dai meravigliosi Parchi Naturali della Sila e del Pollino, ammirare Sybaris, la piu’ potente colonia della Magna Grecia, per infine andare a divertirsi all’Acquapark di Rossano, senza contare la visita al Museo del Codex o quello di Amarelli (il secondo museo industriale più visitato in Italia, dopo quello della Ferrari). Ci si concentri sulle battaglie prioritarie per questo territorio, a partire dalla creazione di un asse infratturale dei trasporti, stradali, ferroviari e navali, incentrato sulla dorsale jonica. La Nuova SS 106 colleghi il Terzo Megalotto fino a Crotone. Alziamo il tiro, con fierezza ed orgoglio, senza continuare a pietire una sempre piu’ misera elemosina. Il Porto, gia’ esistente ma mai per davvero implementato, diventi baricentro degli scambi commerciali nel Mediterraneo. In questo quadro diventa fondamentale e necessario un cambio di passo dei “decision makers“ ai quali “La Città Nuova” offrirà una piattaforma di proposte, idee, visioni, progetti, basata su Metodologia Attuativa, progettualità, Fonti di Finanziamento. Essa verra’ realizzata attraverso studi e ricerche approfondite, basate sul coinvolgimento di istituti di ricerca, sia privati che universitari, associazioni di categoria, coinvolgimento delle forze sociali, culturali, produttive della citta’ e anche, ovviamente, di singoli cittadini e professionisti, attraverso lo strumento di Forum, Tavoli Permanenti, Giornate di Studio, Webinar e tutte le forme più moderne ed antiche di aggregazione sociale. Le attività si esplicheranno su due livelli: l’associazione/centro studi ed il Core Team di progettazione, aperti entrambi ad ogni possibile nuovo contributo, gia’ composto da professionisti di alto livello, con diramazioni in Nord-America e Cina ed al quale lavoreranno inoltre i Coriglianesi Rossanesi della “diaspora” che si stanno preziosamente “assembrando” tramite un filo rosso, con la consapevolezza che essi possano contribuire, con il loro patrimonio di esperienza e conoscenza, allo sviluppo ed al progresso della Citta’ nella quali sono venuti alla luce in questo mondo. Nel quale bisogna Pensare Globale ed Agire Locale. A breve saranno disvelati tutti i dettagli, anche sui protagonisti di questa nuova, entusiasmante avventura sulla pagina web www.lacittanuova.org e sulla pagina facebook “La Cittanuova”.

Nilo Domanico
    COMUNICATO STAMPA
Visualizza in pdf
 

 
 
 
#nasce città nuova
 
QR-Code
Copyright © 2014-2024 Corigliano Informa Tutti i diritti riservati. Direttore editoriale Giacinto De Pasquale
Accesso Riservato Powered by by Giovanni Gradilone