English French German Italian Portuguese Russian Spanish
 
datario
LUN 24
FEBBRAIO
 
jonio
Breaking
Jonio
23/02/2020 11:47:37 Cariati: Educazione al patrimonio culturale, l’’IC Cariati incontra lo storico Liguori     22/02/2020 19:51:27 Calcio: Risultati e marcatori degli anticipi di oggi nei vari campionati dilettantistici regionali     22/02/2020 17:25:47 Nuovi fondi e strategie per la forestazione     22/02/2020 17:11:08 Cariati: Dichiarazione del sindaco Greco contro i rappresentanti della opposizione     22/02/2020 15:50:01 Sanità: Emergenza coronavirus la Regione attiva le misure del caso  
txtRICERCA
 
 
 
 
 

Reclame
 
 

CORIGLIANO,IL 19 NUOVO POSSIBILE SBARCO
 domenica 11 gennaio 2015 17:05
CORIGLIANO,IL 19 NUOVO POSSIBILE SBARCO Corigliano, lunedì 19 gennaio nuovo possibile sbarco; il terzo dall’inizio del nuovo anno. Ad accreditare l’indiscrezione è ancora una volta il settimanale L’ECO DELLO IONIO che proprio ieri, sabato 10, aveva anticipato l’arrivo della seconda nave poi attraccata stanotte e del possibile centro profughi a ROSSANO.

Secondo fonti accreditate – si legge sul portale web www.ecodellojonio.it - si attenderebbe per LUNEDÍ 19 GENNAIO l’arrivo al porto di Corigliano di un’altra nave carica di migranti, anch’essi probabilmente di origine nordafricana, come quelli che li hanno preceduti nelle notti tra il 2 e il 3 gennaio e tra il 10 e l’11 gennaio scorsi.

Il centro accoglienza per profughi – è quanto scrive nelle sue pagine il settimanale diretto da Luca LATELLA - dovrebbe sorgere presso l’elaiopolio, una struttura sotto l’egida dell’Arssa (l’Agenzia Regionale per lo Sviluppo e i Servizi in Agricoltura), quindi di proprietà regionale, situato proprio all’ingresso di Rossano Scalo, sorto a cavallo fra la fine degli anni ’70 e l’inizio degli ’80 per l’imbottigliamento dell’olio e mai andato a regime. La struttura è li, ferma, quasi abbandonata, come altre che per emergenze di ordine pubblico potrebbero essere utilizzate per fronteggiare ondate straordinarie di migranti (Palazzo De Mura recentemente ristrutturato ad ostello ma ad oggi ancora chiuso?). Che poi vi sia qualche furbetto che vuol fare business dietro ai centri d’accoglienza, che in Italia fanno girare capitali enormi, beh, questo è un altro paio di maniche. Ma tant’è.
(Fonte: MONTESANTO SAS – Comunicazione & Lobbying).
Articolo letto 1943 volte     COMUNICATO STAMPA
Visualizza in pdf
 
 
 
 
QR-Code
Copyright © 2014-2020 Corigliano Informa Tutti i diritti riservati.
Accesso Riservato Powered by by Giovanni Gradilone