English French German Italian Portuguese Russian Spanish
  datario
DOM 28
FEBBRAIO
 
jonio
Breaking
Jonio
13/02/2021 19:56:03 «Solo 89 comuni calabresi superano il 65% di raccolta differenziata»     13/02/2021 19:52:52 Cassano Jonio: Garofalo “Verità sui casi di tumori nel Comune“     13/02/2021 19:47:59 Cassano Jonio: Sport nei parchi, la Giunta approva la partecipazione all’avviso pubblico     13/02/2021 17:20:51 Shock della pandemia, Confartigianato Calabria: 42mila occupati in meno     29/01/2021 18:48:18 Per l’Iss rischio basso in Calabria. Spirlì annuncia la zona gialla: «Rt a 0,7»  
txtRICERCA
 
 
 
 
 
 

Reclame
 
 

Il Capo della Protezione Civile Borrelli: “Il Sud è ancora a rischio“
Lo ha dichiarato nel corso di una intervista al Corriere della Sera
 mercoledì 1 aprile 2020 17:50
Il Capo della Protezione Civile Borrelli: “Il Sud è ancora a rischio“ Il capo della Protezione Civile Nazionale, Angelo Borrelli ha rilasciato un’intervista al corriere della sera, dove ha spiegato i motivi per i quali l’emergenza sanitaria da Covid19 preoccupa ancora tutti i massimi organismi dello Stato. Come da più parti si afferma da qualche giorno, la diminuzione dei nuovi positivi è sicuramente un fatto importante, ma non deve trarre in inganno. I maggiori rischi infatti derivano proprio in questi casi, ovvero quando uno allenta la presa e l’epidemia torna a correre più di prima. Per questo motivo, è fondamentale rispettare tutte le misure anti-contagio e, quindi, rimanere a casa. «Se non avessimo attuato quelle misure anti-contagio, il nostro Sistema Sanitario Nazionale avrebbe sofferto molto di più e oggi conteremmo un numero di morti decisamente superiore. Quando ne usciremo? Non lo sappiamo». Il capo della Protezione Civile, Angelo Borrelli, sul calo dei nuovi positivi, commenta così: «Le analisi spettano agli scienziati del Comitato tecnico-scientifico. Certamente c’è una frenata e questo è un dato confortante». Poi l’attenzione si sposta al Sud, partendo dalla fuga dal Nord che ha seriamente preoccupato il Governo. «Questo fatto è stato un evento molto grave e certamente ha contribuito ad un incremento della diffusione del virus nelle altre regioni. Ora la situazione nei territori del Nord resta la più drammatica, ma il sud è ancora a rischio. Nessuno può e deve pensare di poter abbassare la guardia: il virus ha dimostrato di poter attraversare oceani e continenti».
    Corigliano Informa
Visualizza in pdf
 

 
 
 
#borrelli
 
QR-Code
Copyright © 2014-2021 Corigliano Informa Tutti i diritti riservati. Direttore editoriale Giacinto De Pasquale
Accesso Riservato Powered by by Giovanni Gradilone