English French German Italian Portuguese Russian Spanish
  datario
LUN 6
LUGLIO
 
jonio
Breaking
Jonio
05/07/2020 20:29:28 Trebisacce: Consiglio comunale congiunto con i Comuni contigui per eventuale fusione o associazione     05/07/2020 18:10:55 Regione: Guccione (Pd) denuncia il flop degli impianti di Lorica     05/07/2020 18:04:26 Cosenza: Si impicca in cella un detenuto straniero     04/07/2020 18:44:15 Coldiretti: Coronavirus, via libera all’etichetta salva salumi Made in Italy     04/07/2020 18:37:07 Il grido di allarme degli infermieri dell’Asp di Cosenza  
txtRICERCA
 
 
 
 
 
 

Reclame
 
 

Sanità: è il cittadino che ne paga le conseguenze
 giovedì 13 luglio 2017 13:46
Sanità: è il cittadino che ne paga le conseguenze Il Sindaco Geraci chiede di incontrare il Direttore Generale dell’Asp/Cs, Raffaele Mauro, il Commissario, Massimo Scura, e il presidente della Regione, Mario Oliverio, per dibattere i temi più caldi legati all’offerta sanitaria nella Piana di Sibari, ma non ha sentito il dovere istituzionale, se pur stimolato più volte sull’argomento dal Movimento 5 Stelle, di convocare un consiglio comunale monotematico sulla sanità e sulla carenza di offerta sanitaria nella Sibaritide, problematiche avvertite in maniera forte dalla popolazione dell’intera Sibaritide, e non solo. Riteniamo alquanto superfluo ricordare al Sindaco Geraci ed alla sua maggioranza che l’attuale offerta sanitaria è assolutamente inadeguata verso quelle che sono le legittime aspirazione dell’utenza di tutta la Sibaritide che chiede di essere curata per come è giusto che sia, tutto ciò, secondo noi si verifica a causa del piano di rientro dal debito sanitario accumulato anno dopo anno da classi politiche inadeguate. E’ in atto, secondo noi, una vera e propria desertificazione sanitaria, accentuata anche dalla chiusura degli ospedali cosiddetti “di confine“: come Trebisacce e Cariati, che hanno dato origine anche ad un altro fenomeno, quello della migrazione sanitaria. Sicuramente siamo di fronte ad una evidente condizione di malasanità, e non si capisce se la colpa è dei commissari o della malapolitica o di entrambi. Sarebbe utile chiedere a Raffaele Mauro, Scura e Oliverio delucidazioni sulla legge 161/2014 ovvero sulla gravissima questione legata alla carenza cronica di personale sanitario, direttiva europea del 2003 sui turni e i riposi obbligatori nelle strutture sanitarie pubbliche e private. Entrata in vigore nel novembre 2015, ma a tutt’oggi non sono effettive le assunzioni necessarie nel rispetto della legge. Più volte abbiamo segnalato, con il deputato m5s Dalila Nesci, questa situazione abnorme ma nulla è accaduto, abbiamo evidenziato anche la assoluta carenza del personale del Pronto soccorso. In Calabria servono oltre 1300 unità di personale. Nel frattempo i sanitari devono assistere i malati, ma rischiano la condanna in tribunale, se sforano sui turni e se per stress commettono errori. E’ il cittadino ne paga le conseguenze.

Francesco Sapia portavoce m5s Corigliano
    COMUNICATO STAMPA
Visualizza in pdf
 

 
 
 
#corigliano #politica #m5s #sapia
 
QR-Code
Copyright © 2014-2020 Corigliano Informa Tutti i diritti riservati. Direttore editoriale Giacinto De Pasquale
Accesso Riservato Powered by by Giovanni Gradilone