English French German Italian Portuguese Russian Spanish
 
datario
LUN 20
FEBBRAIO
 
 
jonio
Breaking
Jonio
18/02/2017 19:26:04 Turismi, ecco cosa può distinguere Rossano     18/02/2017 17:44:52 Talking Rossano: conti pubblici in rosso. Candiano sulle cause     18/02/2017 17:43:09 Rossano - Successo per lo spettacolo “I Misteri di Red Maples”      18/02/2017 17:39:51 Rossano - Cittadinanza onoraria a Mons. Santo Marcianò     18/02/2017 17:33:06 Battaglia sanità qualificante per fusione  
txtRICERCA
 
Fare Click per il regolamento del concorso L'ALBERO + BELLO II° Edizione
 
 
 
 
 

Reclame
 
 

Controlli della GdF sulla corretta esposizione dei prezzi dei carburanti
Contestate violazioni a 12 impianti di distribuzione
 mercoledì 11 gennaio 2017 10:07
Controlli della GdF sulla corretta esposizione dei prezzi dei carburanti La Guardia di Finanza del Comando Provinciale di Cosenza ha eseguito una serie di controlli sul rispetto delle norme in materia di corretta esposizione dei prezzi dei carburanti e di comunicazione degli stessi all’“Osservaprezzi carburanti”, per la diffusione attraverso il sito del Ministero dello Sviluppo Economico che permette di consultare in tempo reale i prezzi di vendita dei carburanti effettivamente praticati presso gli impianti di distribuzione situati nel territorio nazionale.
Con l’entrata in vigore della Legge di Sviluppo n. 99 del 2009 nonchè dei relativi provvedimenti attuativi (D.M. 15 Ottobre 2010 e D.M. 17 Gennaio 2013), e dopo un periodo iniziale di applicazione ai soli impianti della rete autostradale, a decorrere dal 16 settembre 2013, è obbligatorio per i gestori di tutti gli impianti
di distribuzione di carburante dell’intera rete stradale comunicare al Ministero dello sviluppo economico, i prezzi praticati per tutte le tipologie di carburanti (benzina, gasolio, g.p.l. e metano) e per tutte le forme di vendita (con priorità per la modalità self service, se attiva durante l’intero orario di apertura), ai fini
della loro pubblicazione sul sito “Osservaprezzi carburanti”.
Tale comunicazione deve avvenire settimanalmente o, nei casi di aumenti anche a cadenza infrasettimanale.
Per 12, dei 15 impianti sottoposti a controllo siti in diversi Comuni Cosentini, è stata rilevata l’omessa comunicazione del prezzo praticato al sito del Ministero del prezzo praticato.
In tali casi sono stati redatti verbali nei confronti dei gestori degli impianti con la contestazione di sanzioni che vanno da un minimo di euro 500 ad un massimo di euro 3.000.
Articolo letto 2836 volte     COMUNICATO STAMPA
Visualizza in pdf
 
 
 
#GdF #Carburanti #violazioni #distributori #prezzi
 
QR-Code
Copyright © 2014-2017 Corigliano Informa Tutti i diritti riservati.
Accesso Riservato Powered by by Giovanni Gradilone