English French German Italian Portuguese Russian Spanish
  datario
LUN 6
LUGLIO
 
jonio
Breaking
Jonio
05/07/2020 20:29:28 Trebisacce: Consiglio comunale congiunto con i Comuni contigui per eventuale fusione o associazione     05/07/2020 18:10:55 Regione: Guccione (Pd) denuncia il flop degli impianti di Lorica     05/07/2020 18:04:26 Cosenza: Si impicca in cella un detenuto straniero     04/07/2020 18:44:15 Coldiretti: Coronavirus, via libera all’etichetta salva salumi Made in Italy     04/07/2020 18:37:07 Il grido di allarme degli infermieri dell’Asp di Cosenza  
txtRICERCA
 
 
 
 
 
 

Reclame
 
 

Corigliano e la grande vergogna dell’acqua
 mercoledì 28 dicembre 2016 20:58
Corigliano e la grande vergogna dell’acqua E’ davvero vergognoso quello che sta accadendo a Corigliano, soprattutto nel quartiere Gallo d’Oro, dalla lontana domenica 18. Davvero vergognoso. Centinaia, forse migliaia, di cittadini lasciati completamente alla deriva nelle proprie case a causa della mancanza d’acqua e senza la possibilità di lavarsi, cucinare e badare alla cura della casa. Non c’e’ altro aggettivo che si possa utilizzare in questo caso se non quello di vergognoso e, il tutto, nel bel mezzo delle festività natalizie. E non oso immaginare quali gravissimi disagi abbiano passato e stiano tuttora passando chi, oltre all’ordinario, debba prendersi cura anche di persone non autosufficienti, neonati o a chi possiede nella zona un’attività commerciale. Tutto era iniziato lo scorso 15 dicembre quando l’addetto stampa comunale avvisava di come l’acqua sarebbe mancata solo nella giornata di lunedì 19, dalle 7 del mattino alle 5 della sera. Peccato che in realtà l’acqua ha cominciato a mancare fin da domenica 18. Da allora sono passati 11 giorni e non se ne vede la fine. Soltanto, poi, il 22 dicembre successivo l’amministrazione comunale, guarda caso un’ora dopo la pubblicazione di un durissimo articolo del giornalista locale Buonifiglio, provvedeva ad avvisare la cittadinanza che il guasto era stato “riparato” e che tutto sarebbe tornato alla normalità. Questo avveniva 6 giorni fa. Appena mezz’ora fa, invece, ho avuto modo di recarmi per l’ennesima volta al quartiere Gallo d’Oro e, al momento, l’acqua resta solo un lontano miraggio. Oltre al danno, ovviamente, anche la beffa. Tutte le persone da me interpellate al proposito in questi lunghissimi 11 giorni, e tutti in sincrono manco fossero il “Piccolo Coro dell’Antoniano”, ad affannarsi a ripetere: “è tutto a posto”, “il guasto è stato riparato”, “siamo stati velocissimi”. Come no, nei migliori cinema a Natale.  E, tutto ciò, è altrettanto vergognoso. Ovviamente, anche in questo caso, sono certo che qualcuno avrà modo di fare valere i propri diritti presso le più opportune sedi competenti. Ma, ancora più fastidiosa della mancanza d’acqua, se possibile, è stata, ed è tuttora, la totale assenza dal dibattito politico cittadino dei Sigg.ri Consiglieri di minoranza i quali non hanno ritenuto opportuno proferire nemmeno una parola sull’argomento (quelli della maggioranza li escludo, oramai, a prescindere). Tutti, presumo, troppo occupati dalle tavolate natalizie e già con la testa alle provinciali di fine gennaio. Bene, cari cittadini, ricordatevene alle prossime elezioni.

Dott. Enzo Claudio Gaspare SIINARDI
    COMUNICATO STAMPA
Visualizza in pdf
 

 
 
 
#Siinardi #acqua #Corigliano Calabro
 
QR-Code
Copyright © 2014-2020 Corigliano Informa Tutti i diritti riservati. Direttore editoriale Giacinto De Pasquale
Accesso Riservato Powered by by Giovanni Gradilone