English French German Italian Portuguese Russian Spanish
  datario
GIO 1
OTTOBRE
 
jonio
Breaking
Jonio
16/09/2020 17:28:30 Arriva la replica della dirigente scolastica Anna Bruno dell’I.t.c.g.t. / liceo “G.B. Falcone” di Acri     12/09/2020 18:49:31 Habemus Papam, nominato il nuovo Direttore del Museo Nazionale Archeologico della Sibaritide     11/09/2020 11:50:21 San Demetrio Corone: Dieci proposte per un Pd controcorrente     07/09/2020 17:16:21 Acri: Anna Bruno è la nuova Dirigente dell’Istituto “Falcone“     06/09/2020 18:16:21 Nicola Pepe, il vincitore di “Hell’s Kitchen Italia” omaggia la Calabria con il nostro cibo tipico  
txtRICERCA
 
 
 
 
 
 

Reclame
 
 

La lotta alle mafie passa dalla cultura
Biblioteca Pometti, successo per primo incontro
 giovedì 27 ottobre 2016 14:27
La lotta alle mafie passa dalla cultura La cultura come antidoto alle mafie, ai fenomeni di criminalità e a tutte le forme di devianza sociale. È, questo, il messaggio emerso dal primo della serie di incontri culturali ospitati presso la Biblioteca comunale F.POMETTI e promossi dalla Città del Castello Ducale.

Ad esprimere soddisfazione per la partecipazione registrata ieri (mercoledì 26) all’incontro è l’assessore alla cultura Tommaso MINGRONE che coglie l’occasione per rinnovare l’invito a non mancare, oggi, GIOVEDÌ 27, alla cerimonia dell’intitolazione della sala di lettura a Enzo VITERITTI, coriglianese illustre, giornalista, scrittore e direttore editoriale della rivista di storia e cultura territoriale “Il Serratore”, prematuramente scomparso nel 2013.

MAFIA, CRISTIANESIMO, SANTITÀ. Sono, questi, gli argomenti sui quali sono intervenuti ieri Giorgio OTRANTO, Professore Emerito di Storia del Cristianesimo antico dell’Università di Bari; ed il Vicario foraneo Don Gaetano FEDERICO

L‘illustre accademico, davanti ad un folto pubblico, attento e qualificato, ha messo in evidenza le collusioni talvolta sorte fra mafia e mondo ecclesiastico, grazie all’atteggiamento passivo o acquiescente di taluni sacerdoti (vedi i funerali del boss CASAMONICA a Roma o la processione di Oppido Mamertino) ed ha sottolineato come la mafia cerchi di darsi una veste religiosa, attraverso manifestazioni di grande devozione (Santuario della Madonna di Polsi) o introducendo nei riti di affiliazione mafiosa rituali sacri cristiani e utilizzando rosari, immaginette sacre, preghiere mariane. In questo contesto il Prof. OTRANTO ha sottolineato la particolare devozione dei mafiosi verso alcuni santi di riferimento, come San Rocco, Santa Nunziata e San Michele Arcangelo. Don Gaetano FEDERICO ha evidenziato la ferma condanna e la lotta della Chiesa alla mafia, citando gli esempi di don Pino Puglisi e Papa Giovanni Paolo II, criticando quelle rare forme di collusione che si verificano fra mafiosi e sacerdoti e augurandosi che possa svilupparsi una forte coscienza civile e una nuova mentalità in grado di contrastare il diffondersi della mafia.

Intitolazione Sala Lettura ad Enzo VITERITTI. Alla cerimonia, prevista per le ORE 17 interverranno, oltre al Sindaco Giuseppe GERACI e all’assessore Tommaso MINGRONE, Franco LIGUORI, storico e redattore de IL SERRATORE. Altri interventi saranno quelli di Crescenzo DE MARTINO, storico e collaboratore de IL SERRATORE, lo scrittore Giovanni torchiaro, Tina DE ROSIS, dirigente settore pubblica istruzione e cultura e di Anna Maria BRUNETTI dell’Associazione AMICI DEL CASTELLO. L’intermezzo musicale è a cura del Maestro Giorgio LUZZI. - (Fonte: Lenin MONTESANTO – COMUNICAZIONE & LOBBYING – 345.9401195)
    COMUNICATO STAMPA
Visualizza in pdf
 

 
 
 
#corigliano #comune #lotta #mafie #culrura
 
QR-Code
Copyright © 2014-2020 Corigliano Informa Tutti i diritti riservati. Direttore editoriale Giacinto De Pasquale
Accesso Riservato Powered by by Giovanni Gradilone