English French German Italian Portuguese Russian Spanish
 
datario
GIO 21
NOVEMBRE
 
jonio
Breaking
Jonio
18/09/2019 17:13:22 Viaggiava sulla S.S. 106 radd. con 55 kg di droga nel furgone: arrestato dai Carabinieri     18/09/2019 17:01:05 Convegno informativo su l’Endometriosi organizzato dall’associazione Ethikòs     04/09/2019 19:26:59 Figlio alcolizzato da anni minacciava e picchiava la madre: arrestato dai Carabinieri     29/08/2019 17:32:51 Cerimonia d’inaugurazione del Monastero delle Suore Agostiniane     05/08/2019 09:57:52 GDF: arrestato un nigeriano per traffico di sostanze stupefacenti  
txtRICERCA
 
 
 
 
 

Reclame
 
 

NO A TRASFERIMENTO PUNTO NASCITE A CASTROVILLARI
 venerdì 16 gennaio 2015 16:28
NO A TRASFERIMENTO PUNTO NASCITE A CASTROVILLARI Ipotesi di chiusura e trasferimento dei reparti di Ginecologia-Ostetricia e di Pediatria dal “Guido Campagna” a Castrovillari, il Sindaco Giuseppe GERACI scrive al Presidente della Giunta regionale Mario OLIVERIO: siamo stufi di in condivisibili strategie politiche. No ad ennesimo scippo. 1000 nascite solo nel 2014, il punto è di vitale importanza per l’intero territorio.
L’Esecutivo GERACI si era rivolto anche al Direttore Generale dell’ASP di Cosenza, senza ricevere riscontri e rassicurazioni.
Se dovesse risultare vero – scrive il Primo Cittadino al Governatore della Calabria - non posso che esternare il mio personale disappunto chiedendo di adoperarsi, fattivamente e autorevolmente, perché ciò non avvenga. Il diabolico e temerario progetto, ove realmente disegnato – aggiunge - arrecherebbe danni ingenti e facilmente immaginabili.
Oltre ad impoverire, ancora una volta, l’Ospedale Coriglianese, di antichissima e gloriosa istituzione, punto di eccellenza nel campo medico e chirurgico, svilirebbe il ruolo strategico di una vasta area geografica sulla quale dovrà sorgere l’Ospedale Unico della Sibaritide.
La scelta, inoltre, si rivelerebbe alquanto deleteria per un’intera comunità che ha visto e che vede nelle Unità Operative candidate alla soppressione e al trasferimento, servizi essenziali e vitali. Basti pensare – ed è notizia documentata delle ultime ore – che il Punto Nascite coriglianese ha registrato, nel 2014, ben oltre 1.000 natività. Infatti esso è al servizio non solo del territorio coriglianese bensì di tutto il comprensorio circostante e viciniore.
Il nostro territorio – continua la lettera - è stanco delle continue spoliazioni subìte e subende; è stufo di vedersi privato dei servizi essenziali ed indispensabili; è saturo delle ingiustizie cui, da tempo, sta rimanendo vittima, perché indigeste risultanti di ottusità politica e di incondivisibili strategie che a nulla portano se non a discriminare i cittadini e a privarli dei loro sacrosanti diritti.
Il mio appello – conclude GERACI - è, quindi, rivolto alla correttezza, alla saggezza, alla lungimirante esperienza del Governatore della terra di Calabria perché, con l’autorevolezza che lo contraddistingue, ponga fine alle logiche inique e scellerate che si sono finora perpetrate e si faccia carico, con serenità, delle problematiche che, da fin troppo tempo, affliggono la nostra Regione.
(Fonte: MONTESANTO SAS – Comunicazione & Lobbying).
Articolo letto 2773 volte     COMUNICATO STAMPA
Visualizza in pdf
 
 
 
 
QR-Code
Copyright © 2014-2019 Corigliano Informa Tutti i diritti riservati.
Accesso Riservato Powered by by Giovanni Gradilone