English French German Italian Portuguese Russian Spanish
  datario
VEN 27
NOVEMBRE
 
jonio
Breaking
Jonio
16/09/2020 17:28:30 Arriva la replica della dirigente scolastica Anna Bruno dell’I.t.c.g.t. / liceo “G.B. Falcone” di Acri     12/09/2020 18:49:31 Habemus Papam, nominato il nuovo Direttore del Museo Nazionale Archeologico della Sibaritide     11/09/2020 11:50:21 San Demetrio Corone: Dieci proposte per un Pd controcorrente     07/09/2020 17:16:21 Acri: Anna Bruno è la nuova Dirigente dell’Istituto “Falcone“     06/09/2020 18:16:21 Nicola Pepe, il vincitore di “Hell’s Kitchen Italia” omaggia la Calabria con il nostro cibo tipico  
txtRICERCA
 
 
 
 
 
 

Reclame
 
 

IL RETTORE DELL’UNICAL GINO MIROCLE CRISCI: “PRONTI A FARE LA NOSTRA PARTE PER EVITARE NUOVI DISASTRI”
 venerdì 14 agosto 2015 10:02
IL RETTORE DELL’UNICAL GINO MIROCLE CRISCI:  “PRONTI A FARE LA NOSTRA PARTE PER EVITARE NUOVI DISASTRI” La vicinanza ai cittadini di Rossano e Corigliano, duramente colpiti dal nubifragio che si è abbattuto ieri sulla zona e dall’esondazione del torrente Citrea.
La volontà di mettere a disposizione dei calabresi le conoscenze, le competenze e l’esperienza di cui l’Ateneo dispone, anche in questo settore. E la necessità di creare una solida, radicata cultura del territorio.
Sono i tre aspetti che il rettore dell’Università della Calabria, Gino Mirocle Crisci, sottolinea in una nota in cui auspica non solo che “a Rossano e Corigliano la vita torni presto alla normalità, ma anche che, sulla base della proficua collaborazione esistente tra l’Ateneo e la Regione Calabria, venga presto avviata un’iniziativa di carattere scientifico, programmatico e culturale in grado di evitare in futuro momenti tanto drammatici e dolorosi”.
L’Università della Calabria, assicura il rettore Crisci, “gode di prestigio e considerazione a livello internazionale anche nello studio dei problemi legati al dissesto idrogeologico e, dunque, può dare un importante contributo in questa direzione, ma è grazie al clima positivo e alla efficace interlocuzione quotidiana, stabiliti con il presidente Oliverio e la giunta regionale, che è possibile una seria riflessione su quanto accaduto e sulle iniziative da mettere in campo al più presto per tutelare il territorio calabrese”.
Per il rettore dell’UNICAL, “è arrivato il momento di voltare pagina e di affrontare in modo risolutivo questioni che si trascinano da troppo tempo. Sono pienamente d’accordo”, continua Crisci, “con le dichiarazioni del Ministro dell’Ambiente Gian Luca Galletti e dello stesso governatore Oliverio, che hanno puntato il dito contro gli abusi e i condoni edilizi, che sanano situazioni rispetto ai quali sono necessari ben altri provvedimenti ed iniziative”.
Per Crisci, “è necessario che il tempo dell’emergenza ceda il passo ad un approccio consapevole e responsabile rispetto ai problemi del territorio. Serve, perciò”, aggiunge il rettore dell’UNICAL, “una cultura nuova, che interrompa la conta dei danni cui troppe volte abbiamo assistito e con cui, come dimostra il caso Rossano e Corigliano, siamo costretti a misurarci”.
In questa direzione, per Crisci, è necessario anche “l’impegno delle scuole affinchè gli studenti vengano educati a conoscere i rischi presenti sul territorio e a diventare soggetti attivi e coscienti delle proprie realtà”.
Il rettore dell’UNICAL, infine, annuncia l’intenzione di promuovere, in collaborazione con la Regione e gli amministratori calabresi, “un’iniziativa al più alto livello scientifico e istituzionale,.per mettere a fuoco uno dei più gravi problemi che affliggono il territorio calabrese e, rispetto ad esso, individuare soluzioni concrete e durature”.
    COMUNICATO STAMPA
Visualizza in pdf
 

 
 
 
#nubifragio #calabria #rettore #unical
 
QR-Code
Copyright © 2014-2020 Corigliano Informa Tutti i diritti riservati. Direttore editoriale Giacinto De Pasquale
Accesso Riservato Powered by by Giovanni Gradilone