English French German Italian Portuguese Russian Spanish
  datario
SAB 11
LUGLIO
 
jonio
Breaking
Jonio
09/07/2020 19:43:39 Bonus artigiani e commercianti, approvato Odg Scutellà     06/07/2020 19:55:07 Tirocinanti Calabresi: In 7000 mila senza garanzie occupazionali     06/07/2020 16:58:07 Cassano Jonio: Riaprono il Museo Nazionale della Sibaride e il Parco Archeologico     06/07/2020 16:53:56 Sull’emergenza sanità in Calabria manifestazione mercoledì 8 luglio     05/07/2020 20:29:28 Trebisacce: Consiglio comunale congiunto con i Comuni contigui per eventuale fusione o associazione  
txtRICERCA
 
 
 
 
 
 

Reclame
 
 

Terzo Megalotto SS 106, I Consiglieri Russo e Malomo: Cassano non può essere tagliata fuori
E con grande amarezza abbiamo appreso dal nostro Sindaco Gianni Papasso che Cassano non avrà rampe di accesso
 lunedì 25 maggio 2020 16:21
Terzo Megalotto SS 106, I Consiglieri Russo e Malomo: Cassano non può essere tagliata fuori Terzo Megalotto SS. 106: Cassano rischia di rimanere tagliata fuori dal progetto atteso da decenni. I Consiglieri di Maggioranza Sara Russo e Luigi Malomo invitano i cittadini alla mobilitazione. I Consiglieri di Maggioranza Sara Russo e Luigi Malomo, in una dichiarazione congiunta, da un lato invitano i cittadini di Cassano alla mobilitazione contro la decisione dell’ANAS di tagliare Cassano fuori dal progetto del Terzo Megalotto, dall’altro esprimono soddisfazione per come si è conclusa la vicenda della discarica di Contrada La Silva. Per il Consigliere Luigi Malomo: “La realizzazione del Terzo Megalotto, quello per intenderci che collega Roseto Capo Spulico a Sibari, è una grande opportunità per tutta l’area Sibarita. Il 19 maggio è stato inaugurato, alla presenza del Ministro delle infrastrutture e dei Trasporti, Paola de Micheli, della Presidente della Regione Calabria Jole Santelli, e dell’AD Anas Massimo Simonini, il cantiere del Terzo Megalotto della SS 106 Jonica tra Sibari e Roseto Capo Spulico. E con grande amarezza abbiamo appreso dal nostro Sindaco Gianni Papasso che Cassano non avrà rampe di accesso e, cosa ancora più grave, nemmeno il campo base per il quale il nostro Primo Cittadino si era battuto molto”. “Non sfugge a nessuno – Continua il Professore Malomo - che gli interventi di realizzazione della nuova infrastruttura, che tutti noi aspettavamo speranzosi, avrebbero dovuto garantire al nostro territorio sicurezza per la circolazione veicolare e benefici economici. Ma così, Cassano rischia di avere solo una colata di cemento molto impattante che taglierà a due il territorio e isolerà Cassano”. “Cassano non può perdere questa occasione” – incalza la Dottoressa Sara Russo – “Essere tagliati fuori dopo tanti impegni presi e dopo tanto sperare – è vergognoso. Noi non ci stiamo. Perciò ci mobiliteremo perché sia fatta luce sul perché dello spostamento del campo base, che avrebbe portato lavoro e vantaggi economici a tutti gli operatori turistici e commerciali del nostro territorio, da Sibari a Trebisacce”. “Il campo base – continua la Consigliera Russo – deve essere realizzato a Sibari come previsto nel progetto iniziale. Chiediamo, pertanto alla popolazione di mobilitarsi e di darci una mano in questa battaglia, una battaglia da cui non ci possiamo sottrarre per nessuna ragione, è da qui che dipende il riscatto della nostra cittadina e la nostra ripartenza dopo due anni di incuria e scellerata politica commissariale, è arrivato il tempo del riscatto”. I due Consiglieri, infine, esprimo soddisfazione per come si è conclusa la vicenda della discarica di Contrada La Silva. “Con l’Ordinanza n.45/2020 emanata dal Presidente della Regione Jole Santelli, dopo circa 25 anni, si pone fine ad una brutta ed incresciosa storia: la discarica di Contrada La Silva sarà definitivamente chiusa. Finalmente – afferma con soddisfazione il Consigliere Malomo - possiamo scrivere una nuova pagina della nostra storia, un risultato che l’Amministrazione Papasso ha portato a casa grazie anche alla sinergia che si è venuta a creare con l’amministrazione regionale”. Per la Dottoressa Russo: “Dopo aver ribadito più volte il NO alla quinta buca, a partire dai precedenti Consigli Comunali fino alla più recente campagna elettorale, finalmente è arrivato il verdetto finale. Questo, a dimostrazione che una politica coerente e paga sempre perché ha come suo obiettivo la concretezza. Noi, tutti insieme, cittadini, comitati civici, politici e autorità religiose, abbiamo fatto in modo che dalle parole si passasse ai fatti. Ma non bisogna fermarsi a questo risultato ma ricominciare subito a programmare per la bonifica a tutela della salute della comunità e del nostro territorio”.

Eleonora Gitto
Giornalista – Webmaster
Comune di Cassano All’Ionio
Articolo letto 54 volte     COMUNICATO STAMPA
Leggi in pdf
 
 
 
#ss 106 penalizza cassano
 
QR-Code
Copyright © 2014-2020 Corigliano Informa Tutti i diritti riservati. Direttore editoriale Giacinto De Pasquale
Accesso Riservato Powered by by Giovanni Gradilone